Storia dell'Illustrazione
Asterisk Storia dell’Illustrazione: John Bauer
27/01/2014 Morena Forza in Storia dell'Illustrazione / 7 responses

Tag:, , , , , ,

John Bauer (1882-1918) illustratore svedese, morì giovanissimo, ma la sua produzione artistica lasciò una traccia indelebile sia nell’illustrazione che nell’animazione; si dice infatti che ispirò molto Walt Disney nella scelta delle atmosfere dei suoi primi film.

Le sue creature più conosciute anche tra chi non si interessa di storia dell’illustrazione sono i troll; infatti Bauer aveva un modo personalissimo di disegnarli, così come accadeva per folletti, fate e fauni. Prediligeva il disegno di creature sovrannaturali e si rifugiava in un mondo fantastico pieno di magia e scene quasi teatrali.

Per sfogliare la gallery cliccare sulle anteprime

Il suo tratto è inconfondibile, così come la sintesi di personaggi e ambienti sempre molto coerente, anche quando sceglieva di disegnare in bianco e nero.
La relazione tormentata con l’artista Ester Ellqvist ha ispirato la sceneggiatura per un film che è in lavorazione da qualche anno.

A lei John Bauer scrisse:

“Sono il Re della Montagna e tu sei la mia principessa. Un giorno vedrai cosa sono capace di fare.
Se solo sapessi di tutte le cose che vedo nella mia testa. Elfi danzanti in un’opera.”

Letture

Swedish Folk Tales
Floris Books (2004)

Trolle, Wichtel, Königskinder
Urachhaus/Geistesleben (2004)

John Bauer
Kipepeo Publishing (2016)

Fonti immagini: 1|2|

Condividi su:
error

Commenti

commenti

Separator

7 comments on “Storia dell’Illustrazione: John Bauer

    1. Ciao Bea,
      sai anche se sono mostri sacri non è detto che siano da tutti conosciuti.
      Io stessa studio storia dell'illustrazione da un po', eppure ogni tanto mi capita di trovare nomi non noti.
      E' bellissimo quando succede, no?
      La prossima settimana scriverò di un mostro sacro ancora più sacro, seppure meno indietro nel tempo :)

  1. Ma…i Troll di Brian Froud sono IDENTICI!! ma uguali uguali, fin nei dettagli! O_o cioe', va bene ispirarsi ma qui sembra davvero che li abbia copiati paro paro da Bauer… Ci son rimasta un po' male :(

    1. Non so, per un'ispirazione cosi totale in un libro che si chiama "Brian Froud's Trolls" io, da autrice, almeno un accenno a Bauer nell'introduzione l'avrei fatto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.