Una tragica storia d’amore

“La storia d’amore tragica che preferisco è quella di un artista con la sua arte.”

Grazie a Martina per avermi inoltrato questo post su Tumblr che è la sacrosanta verità.
Il rapporto col disegno per me (come, penso, per molti) è una vera storia d’amore.
La mia professoressa di matematica, saggia donna, ci disse “Non c’è una vera storia d’amore senza un vaffanculo ogni tanto.” Quella col disegno non fa eccezione, anzi forse è il caso più eclatante, no?

“Amo così tanto disegnare! Non voglio smettere mai!”
“Odio disegnare, non ho intenzione di rifarlo.”
“Questa tavola è così ispirante che mi viene solo voglia di disegnare!”
“Questa tavola è così bella che voglio solo uccidermi e non disegnare più.”

Anche queste due situazioni sono cicliche. E si ripresentano anche per la stessa immagine.
Mai capitato?
Se non vi è mai capitato è perchè non guardate abbastanza disegni altrui… molto male!

Due facce diverse della situazione, nessuna delle quali definitiva. Perchè sono fasi alterne!
data-mobile="1"
Total
0
Shares
9 comments
  1. Sacrosanta verità per ogni singola vignetta!
    Avevo paura esser solo su queste montagne russe…
    post di questo tipo fanno star bene e a curiosare nel tuo blog mi sento "a casa"!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Article

"I will Survive" - Guida di sopravvivenza alla Children's Book Fair

Next Article

Dietro le quinte del nuovo commercial Guerlain

Related Posts