Mamma, ho perso l’aereo… E sono finito in un libro!

In questi giorni di pre e post operatorio mi sto perdendo nei meandri delle mie memorie d’infanzia.
Se non credete che si tratti di una grave ricaduta, allora vi racconto che da una settimana mi guardo delle puntate di Giochi senza Frontiere, sospirando e gioendo come se i miei nove anni fossero prepotentemente tornati nella mia vita.

Ci sono anche modi più sani di rivivere i cult di noi figli degli anni Ottanta e Novanta, però, e ne ho appena trovato uno: il libro illustrato di “Mamma ho perso l’aereo” (“Home alone”), ispirato al film di Chris Columbus del 1990.

kimsm_homealone_book

La cover di “Home Alone” scritto da John Hughes e illustrato da Kim Smith

Come si può non ricordarlo con una soffice nota di malinconia? Soprattutto richiamando la colonna sonora composta da John Williams, che solo qualche anno più tardi ci avrebbe nuovamente stregati e coccolati con quella di Harry Potter.
kimsmith_homealonebook3
Devo dire la verità, vorrei tanto aver trovato questo libro sotto Natale; comunque è finito nel mio carrello Amazon alla velocità della luce, perché Kim Smith ha fatto un lavoro fantastico, riuscendo a disegnare una sua interpretazione dei personaggi, pur mantenendoli fedeli agli originali.

kimsmith_homealone0

Joe Pesci e Daniel Stern sono perfetti!

kimsmith_homealonebook2

Non vedo l’ora di sfogliarlo con Carol of the bells in sottofondo e la mia annuale scatola di shortbreads da sgranocchiare in compagnia di un bicchiere di latte caldo.

Solo una curiosità mi rende davvero impaziente, comunque: ma Fuller ci sarà, VERO?

fuller_homealonegif

Ti potrebbero interessare:

Commenti

commenti