“Nephtali”, di Glen Keane: balletto, animazione e magia

keane_nephtali_robadadisegnatori_screen

Una visione fatata, piena di incanto: un’eterea ballerina aggraziata ed energica come una cerva.

“Nephtali” è il nuovo corto di Glen Keane, animatore Disney ormai leggendario, che da qualche anno si è ritirato per dedicarsi alle proprie passioni e per lavorare a dei progetti personali, più magici e poetici, sotto forma di cortometraggi indipendenti.
In questo caso, il nuovo corto è stato commissionato al celebre veterano dell’animazione, nientemeno che dall‘Opéra de Paris, per il progetto 3e Scène. Si può dire che Keane abbia cucito una coreografia su misura della ballerina, Marion Barbeau.

Curiosità: “Nephtali”, che intreccia video ed animazione, è una sequenza ispirata al salmo 42 della Bibbia:

“Come la cerva desidera i corsi d’acqua,
così l’anima mia anela a te, o Dio.”

Ecco spiegata la simbologia che ha guidato l’autore nella realizzazione di questo piccolo capolavoro, che rende omaggio alla danza. 

La passione di Keane per il balletto non è mai stato un mistero: anche in “Duet” (rilasciato nel 2014) l’incontro dei protagonisti si dispiega nell’espressione di due corpi che danzano in una profusione di luci ed ombre evocative, in un crescendo di emozioni e suggestioni.

keane_duet_robadadisegnatori

Ecco il dietro le quinte, davvero affascinante.

Ti potrebbero interessare:

Commenti

commenti