Azione ed emozione – Consigli da un post di Pascal Campion

Buon anno a tutti!
Mi piace iniziare il 2014 con un post che può invogliarci a migliorare la nostra visione del mondo.
In ogni senso, a livello visivo ed emozionale.
Lo faccio traducendo un post che ha scritto ieri Pascal Campion.

Spero sia di sprono com’è stato per me!
Quante volte anche io mi sono chiesta “Come fa a disegnare così?” e mi sono detta “Voglio disegnare come lui/lei”, sono sicura che è piuttosto frequente in chiunque ama disegnare.

Buona lettura.

Ricevo molto spesso questa domanda :
“Come faccio a disegnare come te?”

Questo è il mio punto di vista su questa domanda.
Ancora una volta… questa è solo la MIA opinione e non tutti saranno d’accordo con essa ma, ecco è che probabilmente non vi raccomanderei di emulare il mio stile o il mio modo di lavorare.
Quello che vi consiglierei però è che proviate a uscire all’aperto e sketchare, fate sketch di persone per la strada, persone che passeggiano, persone sedute, che si alzano, che si tolgono i vestiti o se li rimettono addosso, persone che si abbracciano, persone che litigano, persone in una conversazione di gruppo, persone sull’autobus, che nuotano, che ballano, che mangiano (molte che mangiano, visto che è piuttosto difficile trasmettere esattamente la sensazione di qualcuno che sta mangiando), persone che dormono ,che pensano…

Se volete raccontare storie, la maggior parte delle vostre immagini dovrebbero avere in esse persone che pensano… E’ questo che farà in modo che le vostre immagini prendano vita.
Usate un tablet se ne avete uno o un pennarello, un pastello, un sasso intinto nella china, qualunque cosa che può lasciare un segno.
Lo strumento in sé è figo sì, ma è secondario. Prima bisogna che alleniate il vostro occhio e il vostro cervello a “vedere”, e con questo non si intende solo dare un’occhiata al mondo attorno a voi per cogliere cos’è diverso… ma davvero guardare ciò che è sempre attorno a voi ma a cui non avete mai prestato attenzione, cose tipo… com’è vestita la vostra ragazza oggi?
Come interagiscono tra loro i livelli degli abiti, come sono vestite le persone per strada OGGI… come la luce del cielo interessa il modo in cui vedete gli edifici attorno a voi.
Come vi sa sentire il freddo nell’aria e come incide sul modo in cui percepite le persone attorno a voi.

Come passeggiano i cani, come si ferma un’auto al semaforo rosso… I bambini vengono tenuti davvero per mano quando attraversano la strada?
Come siete voi ora mentre leggete queste righe? Sapete che aspetto ha davvero la vostra sedia? Col vostro peso sopra di essa?

Pensate in questo modo, provate e guardate queste cose, cercate di fissarle sulla carta. Sketch veloci in pochi secondi, fino a 30.
Non provate a fare schizzi belli, non importa.
In questa fase state provando a vedere il mondo e catturarlo.
Non provate a disegnare le cose come le conoscete, disegnate semplicemente cosa vedete
Vi aiuterà a lasciare andare tutte le influenze artistiche che avete e che vi impediscono di crescere come artisti.
Fate questo per il resto della vostra vita.
Una volta che lo avrete fatto per alcune settimane, alcuni mesi, allora cominciate a disegnare immagini, creare storie che avete visto, storie che avete sperimentato, come il vostro primo bacio o la vostra prima rottura, la prima volta che avete visto l’oceano o la prima volta che avete mangiato un croissant al cioccolato… cose che solo VOI sapete come avete vissuto.

Cercate di creare immagini che si riferiscono non solo all’azione ma anche all’emozione.
Una volta che avete raggiunto questo punto, non avrete bisogno di disegnare come me perchè a quel punto avrete la vostra voce e quella voce continuerà ad evolversi finché rimarrete onesti con voi stessi e continuerete a guardare e osservare.
Non abbiate paura di lasciare vagare la vostra arte in aree che non vi sono famigliari, è così che si impara.
In fasi diverse della vostra vita, vi interesseranno cose diverse e la vostra arte cambierà di conseguenza.
Non cercate di reprimere la vostra visione incagliandovi in ciò che per voi ha sempre funzionato… Potrebbe anche rendervi un artista popolare, ma potrebbe non realizzare le vostre necessità creative.

Un’ultima cosa.
Cominciate… ADESSO!

Pascal Campion

Ti potrebbero interessare:

Commenti

commenti