Illustrazione
Asterisk Intervista di RDD a Monika Schöffmann , in arte Chuckometti
20/09/2010 Morena Forza in Illustrazione / No comments

Chuckometti, un nome curioso ed evocativo quanto le sue illustrazioni!
Ho parlato di lei in Spazio Autori qualche settimana fa; dal momento che nel mio cammino artistico è stata molto importante, ho pensato che farle qualche domanda potesse essere utile a me e a voi. E’ una ragazza d’oro, ha un immaginario molto ricco e suggestivo, sicuramente ha qualcosa da condividere con noi!
Grazie Moni!


Dicci qualcosa di te, cosa trovi di più importante nella persona che sei?
E’ una domanda abbastanza difficile, per me la cosa più importante di me stessa è che ho imparato come cambiare, a volte mi sembra di essermi svegliata, in un certo senso. Ma non so se gli altri lo trovano importante; alcuni dicono che emano un’atmosfera tranquilla.

Com’è la tua giornata tipica?
Di solito mi sveglio presto perchè ho bisogno di molto tempo per rilassarmi e farmi il the al mattino. Il miglior modo di passare la giornata è assistere ad una bella lezione all’università, spendere il pomeriggio con gli amici in caffetteria e poi andare a casa a dipingere almeno fino mezzanotte. Ma al momento sto lavorando come apprendista in un’agenzia grafica e passo otto ore in ufficio…

Quando e come hai deciso di diventare illustratrice?
In effetti non ho mai preso davvero la decisione, ho sempre amato dipingere ed essere creativa quindi ho cominciato a studiare graphic design ma ho trovato il mio “stile” nemmeno due anni fa; le cose sono partite in una specie di flusso.

C’è molto di te nelle tue illustrazioni?
Certo, per me disegnare è solo un modo di esprimere me stessa, per questo è così importante. E anche perchè le commissioni mi stancano (anche se sono comunque felice di riceverne).

La Natura è spesso una grande energia nella tua illustrazione. Che visione ne hai?
Amo la Natura, penso sia una delle cose più belle del mondo, senza essere fatta dall’uomo. Se potessi mi farei crescere delle foglie,credo!

Sei tu a cercare i tuoi clienti?
Li cerco, ma non proprio attivamente. Al momento, in qualche modo vengono fuori loro. :D

Studi Belle Arti? Che tipo di studentessa sei?
Studio graphic design che è abbastanza differente da  Belle Arti. Si potrebbe dire che un designer risolve dei problemi di immagine, ma non ti dà la possibilità di esprimerti. Credo di essere una studentessa abbastanza volenterosa, ma non frequento lezioni che ritengo inutili.

Come scegli i colori per un’illustrazione?
Di solito ho un’immagine in mente prima di cominciare, quindi so definire alcuni colore base ma spesso li campio nel mentre, anche perchè con Photoshop è facilissimo da fare!

Che procedimento usi per disegnare un’illustrazione?
Dopo che mi è venuta l’idea in mente, preparo uno schizzo molto grezzo direttamente in Photoshop. Poi dipingo le figure e gli oggetti in molti livelli diversi. Dopo quello, aggiungo le texture, le ombre e le luci.
nota: ha scritto un post in inglese su questo procedimento, sul suo blog. Eccolo.

Quali artisti sono una grande fonte di ispirazione per te?
Mi piacciono i lavori di alcuni artisti francesi come Anne Julie Aubry o Rebecca Dautremer, ci sono tantissimi artisti ed illustratori contemporanei che mi ispirano tanto. Ma mi piacciono anche i lavori dei Preraffaeliti come Millais o Waterhouse. Amo anche Mucha, Klimt e Gustav Doré.

Ti piace fare esposizioni?
Ne ho fatta solo una fin’ora, ma ovviamente mi piacerebbe farne altre in futuro.

La prima esposizione di Chuckometti in Germania

Qual’è la cosa più seccante di questo lavoro?
Stare seduti così a lungo.

E la cosa più bella?
Il momento in cui ti rendi conto di aver disegnato un’immagine di buona qualità, come se avessi reso un pezzetto di te stesso qualcosa di bello.

Quali consigli daresti a chi comincia e vuole diventare illustratore?
Fate tanta pratica, provate cose diverse, apprezzate la vita.

C’è un’illustrazione che ti piacerebbe vedere aggiunta a questa intervista perchè pensi rappresenti bene il tuo universo?
“Quo vadis”. Dice molto di me e della mia visione del mondo,anche se l’ho fatta per un concorso.

Condividi su:

Commenti

commenti

Separator

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.